vlcsnap-00039

The Rock Vs Terremoto.

vlcsnap-00039
A bordo di un elicottero una giornalista sta facendo un’intervista con gli uomini al suo interno e interviene con domande che servono solo a evidenziare la magnifica presenza di The Rock, come pilota.

vlcsnap-00365

L’elivelivolo sta raggiungendo il luogo di un’emergenza, dove una macchina è precipitata dentro un burrone. Una volta arrivati, gli uomini si trovano di fronte uno spettacolo simile:
vlcsnap-00366L’auto è rimasta appesa sopra un ramoscello sul bordo di una parete verticale, nessuno di loro sembra stupirsi perché si vede che è una evenienza che capita continuamente, tanto da risultare noiosa. Se era un film diretto da Quentin Tarantino, qualcuno avrebbe esclamato:”Quel negro ha proprio un gran culo” anche se la vittima è una tipica bionda californiana.
The Rock osserva la situazione e con professionalità chiede alla radio di collegarsi sul satellitare con il cellulare della ragazza intrappolata, perché è un uomo educato e avverte prima di recuperarla.
Al telefono la bionda sente una domanda:”Come va?”
“Guarda, sono ferita, ho le vertigini e sono appesa nel ciglio di un burrone dentro un’auto che probabilmente verrà distrutta e continuerò a pagare le rate del leasing perché l’assicurazione non copre un’evenienza simile, però ieri ho fatto anal con Mike, quindi, dai, non mi posso lamentare”
“Non muoverti, veniamo a prenderti” Afferma The Rock prima di calare un suo sottoposto a tentare di aprire la portiera dell’auto. Essendo un attore anonimo e non all’altezza della situazione, fallisce miseramente rimanendo incastrato tra l’auto e la parete di roccia. Il numero delle persone da salvare sale a due e l’auto sembra crollare da un momento all’altro; The Rock innesta il pilota automatico e scivola giù nella fune, scardina con la sua forza erculea la porta dell’auto, aggancia la ragazza e libera il compagno un attimo prima che il veicolo precipiti giù nel burrone, quindi porta tutti in salvo sbadigliando.
Nel frattempo da qualche parte in California, un professore universitario annoia una platea di utenti Apple con una supercazzola sui terremoti.
vlcsnap-00040
Dopo aver dato una breve spiegazione di come questi sismi possono essere birichini, dalla platea arriva una domanda dall’unico utente Windows:”E’ possibile che uno di questi terremoti si possa verificare da noi?”
Il professore risponde che, siccome la California è poggiata sopra la faglia di San Andrea, questa evenienza non è improbabile, anzi è prossima anche perché stiamo guardando un film con il trailer pieno di terremoti. Aggiunge inoltre che fino a oggi non era possibile prevedere un sisma, però lui ha configurato un computer potentissimo in farlo, anche se ultimamente lo usa per giocare a Doom.

Scatta una breve transizione e si torna su The Rock. La storia svela qualcosa di più sul suo personaggio, chiamato Ray Misterio;

vlcsnap-00042Sua figlia è una bellissima ragazza dagli occhi grandi grandi, tanto da farla sembrare un personaggio dei manga e sua ex moglie Emma è prossima a trasferirsi a Los Angeles con il suo nuovo fidanzato Reed Richard dei Fantastici Quattro del 2005, oggi un capolavoro, grazie all’uscita dell’ultima versione di Josh Trank.
vlcsnap-00041Blake, la figlia, doveva raggiungere San Francisco accompagnata dal padre che purtroppo nel frattempo viene richiamato in servizio per colpa di un terremoto, cosi Reed si offre per accompagnarla con il suo aereo privato dei Fantastici 4. Blake accetta annuendo con gli occhi.
vlcsnap-00043In quel momento città la giornalista che seguiva i fantastici recuperi in elicottero con The Rock, si trova nell’ufficio del professore dei terremoti per intervistarlo con domande pungenti e tecniche.
“Un budino si può disfare durante un terremoto?”
“Dipende dall’intensità del sisma, noi siamo riusciti a sfagliare la panna cotta, simulando una scossa nei nostri laboratori di magnitudo 7.1 della scala Richter”
“Quando avviene un terremoto in mare si chiama maremoto e quando avviene in una palude come si chiama?”
“Gargarollo”
“Ha mai avuto un amplesso in mezzo a un sisma?”
“Certo è grazie ai terremoti se oggi ho 8 figli”.
Le domande vengono interrotte da un laureando sbarazzino che avvisa di fretta il professore che l’elaboratore potentissimo avvisa-terremoti ha previsto l’arrivo di un sisma importante, aggiungendo che un Cacodemon ha stroncato la sua partita a DooM

Poco prima a San Francisco, Blake incontra Ben e il suo fratello Ollie che ammalia entrambi con i suoi zaffiri incastonati al posto degli occhi, assieme a banali espressioni di circostanza tipo:”eh si, è vero, certo, si, no, può, essere, dai, non so, forse, diamine, caspiterina, cioè” C’è subito intesa tra i ragazzi e dopo qualche minuto sono pronti a scambiarsi reciprocamente le figurine dei Pokemon.

vlcsnap-00044Qualche chilometro più in là, invece, Emma sta pranzando all’interno di un grattacielo a San Francisco con la sorella di Reed Richard, Susan una donna acida che continua a bersagliare la donna di interrogativi per saggiare i reali sentimenti della donna, verso suo fratello. In quel momento arriva un terremoto di intensità minchia-punto.nove che fa tremare forte il palazzo, scoppia il panico e i presenti si mettono a correre e urlare in ogni direzione, Susan scappa verso il bagno prima che questo si sbricioli assieme a una porzione di grattacielo facendo fuori il breve cameo di Kylie Minogue. In mezzo a gente in panico e muri sbriciolati, Emma chiama l’ex-marito che vola solitario nell’elicottero sopra la città, fischiettando una musichetta di Morricone.
The Rock capisce immediatamente la situazione e consiglia alla donna:”Vai sul tetto e aspettami li che arrivo”.
Se il film era diretto da Quentin Tarantino il suggerimento sarebbe stato di diversa natura, qualcosa tipo:”Muovi il culo, negra”
Raggiungere il tetto per Emma non è facile; il terremoto sta devastando lentamente il palazzo e sciogliendo il suo fondotinta, mentre le cose sembrano andare per il peggio e la struttura prossima a diventare un mucchietto di sabbia in computer grafica, all’orizzonte compare, dopo una veloce zoomata, un elicottero accompagnato da una musica di supereroi. Con un testa coda The Rock parcheggia sopra il grattacielo, innesta l’autopilota, preleva Emma con un braccio e fugge via schivando calcinacci e travi di acciaio che inseguono l’elicottero.
vlcsnap-00045Il palazzo più grosso vuole fare un Piledriver contro The Rock che però schiva all’ultimo secondo e con uno Stunner sbriciola l’avversario di cemento.

Contemporaneamente Blake e Reed Richard a bordo della Limousine vengono attaccati dallo stesso terremoto nei parcheggi sotterranei e la manga ragazza rimane bloccata nel sedile posteriore, Reed prova a liberarla solo per scoprire che i suoi poteri sono inutili singolarmente e esce fuori per riunire il resto dei Fantastici 4, anche se oramai uno di questi è diventato Capitan America. Poco distante Ben e Ollie, nonostante il caos attorno a loro, teorizzano che forse Blake è ancora nel palazzo e infatti la trovano incastrata dentro l’auto. Grazie a una Manovra Mc Guyver riescono a liberarla e una volta assieme Ben vorrebbe immediatamente limonarla, mentre il fratello minorenne, anche. Non c’è tempo e fuggono via inseguiti dal terremoto.
La città è in preda alla più totale confusione, le genti pensano solo a mettersi in salvo, i pompieri a spegnere gli incendi e i vigili a fare le multe alle auto ribaltate in mezzo alla strada.
vlcsnap-00046I ragazzi entrano in un negozio di chincagliere cinese che stranamente è chiuso e trovano un telefono che, stranamente, funziona. Blake chiama quindi suo padre componendo il numero privato dell’elicottero, con la cifra iniziale di 5-5-5.
“Sto bene, non mi sono ancora cresciute le doppie punte” – Dice al padre.
Ray annuncia che sua madre è assieme a lui nell’elicottero e che, nonostante il rapporto sia stato compromesso in passato da una sotto trama banale è probabile che, entro il termine del film, venga ripristinato con un bacio riparatore. Consiglia a Blake di raggiungere un luogo sopraelevato di modo che lui, da sopra l’elicottero, possa vederla. In fondo Los Angeles non è poi cosi grande e basta sbracciare per farsi vedere in mezzo a milioni di persone.
La figlia annuisce con gli occhi e esce con i suoi nuovi amici svicolando nelle strade.

vlcsnap-00047
Poco dopo l’elicottero di The Rock ha un problema alla frizione e viene fatto atterrare con delicatezza, sfondando una vetrina di “Ciao Ciao”. Ray e Emma escono incolumi, rubano un’auto e fuggono verso una direzione a caso.
“Come facciamo ora? nostra figlia avrà un problema a trovarci!” – Domanda disperata Emma
“Non è lei a avere un problema è il problema che ha noi, come problema” – Esclama The Rock con una voce mitica.

vlcsnap-00049Poco prima di imbattersi in un cratere enorme, la coppia incontra degli anziani che gli informano accuratamente su tutti i cantieri ultimamente aperti nelle vicinanze, che nelle ultime ore, si sono moltiplicati.
“Quando c’era Lui, i terremoti erano più forti e arrivavano sempre puntuali!” – afferma con decisione l’anziano.
A Rey però non sfugge che il cappello che indossa il vecchio ha un marchio dell’aviazione locale e quindi gli domanda dove l’ha preso. The Rock trova il concessionario di aerei pubblicizzato nel cappello e “prende in prestito” l’unico disponibile. Se l’anziano avesse indossato un cappello di Nike, il film si concludeva con The Rock che cuciva delle scarpe in un sottoscala. Fortuna che in America ci sono più aerei, che scarpe.

vlcsnap-00050

L’aereo decolla e esattamente sopra San Francisco, Rey si paracaduta con Emma invece di atterrare, perché non ci sono parcheggi. Una volta nel vuoto, planano nello stadio e salutano l’aereo “preso in prestito ” che si schianta nell’oceano Pacifico. Qualche minuto dopo arriva un potentissimo sciame sismico che sconquassa la città già mezza detestata; crollano numerosi grattacieli antisismici, esplodono le fabbriche di bevande gassate, le strade si mischiano tra loro rendendo inutili le mappe del Tom Tom, milioni di budini si disgregano.
Papa Francesco, in televisione, commenta l’accaduto facendo un appello al Terremoto affinché si penta delle sue gesta.vlcsnap-00057Il sismologo, dopo aver salvato la sua partita a DooM, prevede l’arrivo di un sisma cosi potente da non essere mai stato registrato mai prima dai computer del medioevo e con l’aiuto della giornalista, lancia un appello alla Tv locale: “La terra trema, mettetevi in un luogo sicuro! Ciao Mamma!” Grazie al suo consiglio le autorità evacuano la città, in parte oramai sbriciolata.
Se dietro la macchina da presa c’era Peter Jackson, l’appello sarebbe stato diverso:”Fuggite Sciocchi!”.

vlcsnap-00055
Mentre Blake e i suoi nuovi amici cercano rifugio in luoghi che andrebbero evitati nel corso di sciami sismici, Ray e Emma rubano l’ennesimo mezzo per continuare a cercare la figlia e questa volta usano una imbarcazione a motore. Dopo essersi allontanata dal molo vengono travolti da un enorme tsunami con onde che superano i bordi della pellicola anamorfica in 16:9. Una petroliera allunga un High Five a The Rock e lui contraccambia con un Bro Fist. Le onde si infrangono sulla costa, trascinandosi nel resto della città e distruggendo quel poco che ancora rimane. Blake, Ben e Ollie si ritrovano a mollo e nuotano fino a raggiungere il piano più elevato del primo palazzo pericolante.
La ragazza è scossa e trova sollievo nella labbra di Ben, schioccandogli un bacio.
vlcsnap-00056
Il padre nelle vicinanze a bordo dell’imbarcazione, percepisce che la figlia è prossima a perdere la verginità, sempre ammesso che la possieda ancora e aumenta i giri del motore, schizzando tra edifici allagati e passando sotto a imbarcazioni incastrate nei terrazzi la ritrova nel momento in cui la terra inizia nuovamente a tremare.

rock vs terremoto

E’ il terremoto a sfidare apertamente The Rock a un incontro. L’atleta si strappa la maglietta, sale sul ring e dopo una breve presentazione schiaffeggia violentemente il Terremoto che comincia a vacillare, questo però si gira e lo lancia contro le corde, dopo che un rimbalzo dettato da una fisica presente unicamente nel Ring del Wrestling, The Rock viene atterrato con un calcio nell’addome. Sono momenti tragici e dal pubblico arrivano grida incoraggianti.
THE ROCK! THE ROCK! THE ROCK!
I ragazzini urlano:”Picchialo!”
I loro padri gridano:”Schiaccialo!”
Le loro nonne esclamano:”Ammazzalo!”
Sul Ring cade una sedia pieghevole, The Rock si rialza e la raccoglie per schiantarla ripetutamente sulla schiena del Terremoto, davanti agli occhi di un arbitro che continua a intimare:”Ancora trenta sediate e ti squalifico!”, l’avversario vacilla, trema e quindi collassa dolorante dopo ventinove sediate. Con un balzo l’eroe atterra sopra il corpo del Terremoto e vince schienandolo per tre secondi. La folla è in piedi e centinaia di mani in gomma salutano l’eroe, mentre il Terremoto giace al tappeto dolorante.
Il bene ha vinto un’altra volta grazie alla violenza.tAG_21563

Blake e i ragazzi sono in salvo.vlcsnap-00054

Emma dopo un bacio riparatore si innamora nuovamente del’ex marito e guardando il sole tingere di rosso una Los Angeles in rovina, si domanda:”E ora?”
The Rock le risponde con una voce mitica:”Ricostruiremo tutto. Passami il cacciavite”.
Quentin Tarantino avrebbe finito il dialogo in maniera differente:”La città è fottuta per sempre e non c’è più un cazzo da fare, per fortuna che ti ho ritrovava Emma. Dammi un bacio, negra”.

Titoli di Coda.

Fine?.

crociato

Personaggi Random: L’Ultimo dei Crociati.

crociato

Sul finale di Indiana Jones e “Il Suo Ultimo Gran Bel Film”, scusate, intendevo:”L’ultima Crociata” compare un personaggio che sorprende lo spettatore e lo assale con una selva di interrogativi.
All’interno del dungeon di Alessandretta, dopo aver superato trappole e trabocchetti, Indiana Jones incontra l’ultimo dei Cavalieri Crociati ancora vivente custode del Santo Graal, che come ultima quest dell’avventura, l’archeologo deve trovare scegliendolo tra numerosi calici, di diversa fattura.
Obiettivamente il ritrovamento dell’ultimo dei Crociati supera certo di importanza quello del Santo Graal e di qualsiasi altra reliquia storica e comunque nessuno dei presenti sembra esserne consapevole, forse perché la situazione non è delle più tranquille e, in più, il padre dell’Archeologo rischia di schiattare.
Il Cavaliere reso parzialmente immortale grazie al Santo Graal, ha aspettato ben settecento anni l’arrivo di qualcuno e dialogare con una lingua a lui estranea che, si vede, ha imparato nel corso dei secoli, visto che aveva tanto tempo. Una fede incrollabile e una pazienza infinita non bastano per sopportare una simile attesa, l’impresa è disumana se pensiamo che all’umanità bastano trenta minuti di attesa dal dentista per rompersi i coglioni, figuriamoci settecento anni.
Cosa può avere fatto l’ultimo Crociato per ingannare tutto questo tempo, senza impazzire?
libro da leggere
Tanto per cominciare si è portato un libro da leggere, che a suoi tempi erano ingombranti, scritti a mano e dalla calligrafia criptica e una volta letto e riletto qualche migliaio di volte sino a impararlo a memoria, ha iniziato a leggerlo al contrario, quindi con una parola si e una no, a frasi alterne, a pagine alterne, capovolto, insomma, momenti di grande divertimento letterario. Dopo qualche settimana il Crociato comincia a parlare da solo, commentando la sua situazione con rassegnazione, raccontandosi le barzellette che non capisce e infine generando una personalità femminile per farsi compagnia.
“Guarda quei calici come prendono polvere, che lordume!” – Sono le prime parole della sua voce femminile immaginaria.
“Ma cara, manca ancora tanto tempo prima che arrivi qualcuno e…” Risponde alle proteste della femmina appena generata.
“Senti tu, non voglio fare brutta figura con gli ospiti, cosa pensano poi quando entrano qui? che siamo delle persone sporche e maleducate! Queste brutte figure preferirei evitarle, ora ti alzi e li pulisci tutto!”
“Ma noi siamo sporchi e maleducati, cara, veniamo dal Medioevo…”
“Ma, ma un corno! Stai tutto il giorno davanti a quel libro! Oh povera me! Se penso che avrei potuto sposare quel mercante di Stoffe di Novgorod, invece di questo Crociato fannullone….”
“Va bene, va bene, non ti arrabbiare adesso passo lo straccio…”
“Si però non togliere la polvere attorno ai calici, come tuo solito, li sposti uno a uno e pulisci bene il tavolo hai capito?! Già che ci sei, vai a controllare le trappole per vedere se scattano ancora…”
Spinto dalla sua parte femminile perfettamente definita, il Crociato non si sente più solo e la sua esistenza continua quasi nella normalità, tra tribolazioni e cambi di umore della moglie a cui non va mai bene niente.
Nel corso degli anni, l’isolamento coadiuvato dalla parziale immortalità generano nel suo inconscio anche i parenti della sua parte femminile e hanno luogo strazianti conflitti interni con la suocera, che non avranno mai termine. Dopo qualche secolo la sua mente è un vivace micro-mondo sociale di persone e voci, talmente caotico da riempirlo di sanguinarie riunioni di condominio. Tutte le domeniche viene disturbato anche dai Testimoni di Geova immaginari che lo svegliano proprio quel giorno che può dormire fino a tardi.
I suoi istinti sono totalmente assopiti dalla prigionia che al primo incontro con qualsiasi visitatore si sarebbero dovuti risvegliare con furia ceca, cercando di inchiappettare il primo arrivato indipendentemente dal suo sesso, invece nel film si comporta in maniera più edulcorata. Un’astinenza di Settecento anni è impensabile in questa epoca dove esistono persone, che dopo mesi di privazione, meditano l’idea di infilarlo nella intercapedine di un termosifone.
Il destino di questo povero Crociato era prevedibile dalla sua prima apparizione e vederlo finire cosi repentinamente sotto le macerie, ha reso il suo paziente lavoro di custodia inutile per colpa dei soliti turisti che dove arrivano, spaccano tutto.
Se fosse sopravvissuto avrebbe dovuto vivere i suoi ultimi giorni in un epoca che non era sua, molto probabilmente sarebbe impazzito scoprendo gli usi e costumi della modernità, senza metabolizzarli e poi col cazzo, che l’Imps, gli pagava la pensione arretrata.
Questo Personaggio random che si esaurisce senza farsi conoscere più del dovuto, vuole insegnarci che anche se avete infinita pazienza, incrollabile fede e una ostinata perseveranza non potete scappare da vostra moglie, anche se immaginaria.

Ciao, ne!Gimme Five!

ricette di chutullu

In Cucina con Chtullu.

ricette di chutulluIn un mondo dove anonime sacche di sangue vogliono insegnare a cucinare conducendo improvvisati reality televisivi, anche il Lord Supremo degli Antichi: “Chtullu”, che vanta svariati tentativi di evocazione, vuole tramandare a noi inutili mortali, oscure ricette di pietanze blasfeme, dall’antico sapore di calamità apocalittica.
Molte di queste ricette potrete trovarle, scritte con il sangue, all’interno del libro Necronomicom, irreperibile al momento e in attesa di una prossima ristampa.

Nella giornata di oggi, il Supremo insegnerà all’umanità stolta a fare:

IL CAPRETTO ALLA DEMONIACA

Ingredienti:
• 1 Capretto, ancora vivo
• 1 Secchio d’acqua santa
• 40 litri di sangue di vergine
• 1 Scatola di Chiodi
• 5 Candele di Cera nera
• 2 Rametti di Albero stecchito.
• 1 Fiaschetta di saliva di Salamandra.
• 6 Foglie di assenzio
• 1 Confezione di Sale
• 1 Miracle Blade, coltello da Sacrificio.

Prestate orecchio fragili mammiferi:

Il mortale che vuole cucinare questo piatto deve prima liberare la zona da qualsiasi figura religiosa presente in cucina. Rimuovete santini, croci, Budda di plastica, Calendari di Frati che indovinano l’ovvio e quant’altro. Gettate tutte le bibbie nel contenitore della carta e i vangeli nell’indifferenziata.
Prendete il sale e spargetelo in terra dandogli una figura con una stella a cinque punte, se non siete capaci a farlo, fatevi aiutare da un Geometra. Una volta sistemato il sale, posizionate sull’estremo di ogni punta una candela nera e accendetela. Fate molta attenzione a non fare cadere la cera sul pavimento, per non dare un sapore amarognolo alla pietanza.
Prendete il Capretto e nutritelo con cura, amatelo come fosse un qualsiasi animale domestico sino a renderlo docile e affettuoso, non importa quanto tempo occorra, quindi posizionatelo nella figura sul pavimento appena disegnata e, con un deciso colpo di lama sacrificale, sgozzatelo.
Fate colare il sangue in un apposito contenitore che userete più avanti per versarlo sugli eventuali Vegani che verranno a trovarvi a casa vostra, per vantarsi di come il loro contributo sia fondamentale per la salvezza dell’umanità. Inutili chiacchiere, sappiamo tutti che l’umanità è prossima a estinguersi nel nome del Supremo.
Quando il Capretto sarà privo di vita e con due ics al posto degli occhi, pulitelo bene strofinando delle foglie di assenzio, buttateci sopra un secchio di acqua santa e spennellate sopra il suo corpo l’acqua disegnando delle semplici rune di origine demoniaca. Rimuovete la testa dell’animale e posizionata, con la dovuta cura, nello spazio tra due pareti aventi angoli inferiori di trenta gradi.
Prendete una pentola e fate bollire il sangue di vergine e nel frattempo preparate il Capretto, sminuzzandolo in piccoli pezzi sanguinolenti.
Strofinate le parti carnose con dei rametti di albero morto recitando a bassa voce i Versi del Blasfemo Gallinaceo, che sono i seguenti:

In radio c’è un trattore
In radio c è un trattore
e il trattore bruum
il trattore bruum
il trattore bruum

e il pulcino CHTULLLLLUUUUUUUUUUUUU!

Se la carne sbrindellata non entra nella pentola, percuotetela con un pestello violentemente fino a farla aderire completamente, infilate quindi il capretto nel forno a una temperatura di 666 gradi.
Dopo una cottura di svariati mesi, controllate il capretto bagnandolo saltuariamente con la saliva di Salamandra.
Quando ha raggiunto una colorazione da abisso, ritirate il piatto dal forno e gettatelo in una pentola più grande, versateci dentro il sangue di vergine che si amalgamerà al tutto grazie a forze ignote a voi mortali. Fatelo riposare fino alla Congiunzione Astrale con Marte in allineamento con Giove e Saturno.
Infilate nella carne un petardo di rilevante potenza e fatelo brillare, i commensali verranno serviti della prelibata carne che cadrà naturalmente nei loro piatti, dall’alto verso il basso.
Se rimangono delle frattaglie attaccate al soffitto, lasciatele essiccare fino alla prossima cena, che il tempo avrà conservato ancora gustose e croccanti.
Quando l’Antico prepara questo piatto ogni essere dell’Abisso viene a trovarlo per congratularsi con lui, la sua abilità nel cucinare è cosi vasta e incontenibile da aver inventato l’Arte Chutulinaria.
Umani! smettete di idolatrare arroganti cuochi di cui non assaggerete mai una pietanza, valutando la loro bravura solamente da come si atteggiano di fronte a una telecamera.
Adorate l’Antico e preparatevi alla sua venuta!

Ph’nglui mglw’nafh Cthulhu R’lyeh wgah’nagl fhtagn!

 

 

 

scomparsi

Scomparsi.

scomparsi

Trasmissione TV. Inizio ore 20:44

Dopo le note di una sigla cosi triste da rendere le Marce Funebri dei Groove per i Rave Party, una donna di mezza età guarda la telecamera con lo sguardo di chi deve dire, al figlio, che Babbo Natale è morto. Tra le mani tiene una cartella di un colore deprimente e annuncia cosi la puntata:

“Salve, questa sera vi raccontiamo la scomparsa di Maralalla Guardamanzo, una ragazza di diciassette anni e mezzo che vive a Scoppiavate Nel Portico, in provincia di Benevoglio.”
Appare la foto della scomparsa; una ragazzina sorridente con in mano uno spazzolino da denti, che e si appresta a pulire il water.
“Marialalla è da giovedì che manca da casa e non si hanno più notizie di lei. Frequentava la Scuola Media Tiziano Sclavi e i suoi voti sono sopra la media. Quel pomeriggio era uscita per pagare il Telefono, però non è più tornata a casa. Non ha mai avuto un cellulare, non ha un profilo di Facebook e neanche di Twitter. Quando è scomparsa aveva solamente trenta euro e indossava un berretto Obey.
Abbiamo in collegamento i genitori della ragazza, che sono giorni che la cercano inutilmente.”
Sullo schermo compare una coppia seduta su un divano marrone, stretti tra loro mano nella mano. L’uomo prova a parlare e non riesce perché la moglie lo anticipa:”Buonasera!”
“Cosa potete dirci di Marialalla per aiutare gli spettatori a identificarla?”
“Mia figlia è una ragazza apposto, va sempre a scuola, va sempre in chiesa, va sempre a fare la spesa, ha fatto catechismo, non fuma, non beve, non bestemmia e il sabato sera sta sempre in casa, invece che in discoteca”
“Magari sua figlia ci sta guardando in questo momento, vuole fare un appello?” la conduttrice nel frattempo butta l’occhio al monitor Auditel dietro le telecamere, il grafico sta salendo molto lentamente.
Compare un numero di telefono in sovrimpressione a venti cifre.
“Figlia mia torna a casa ci manchi tantissimo! Più dei trenta euro che ti sei portata via!. Ricordi quando ci hai detto che volevi diventare una veterinaria e noi ti abbiamo costretto a studiare Legge? Ricordi, che bel giorno, quello che volevi uscire di casa e noi abbiamo aperto le persiane di cameretta tua? Perché sei andata via? Stavamo quasi per darti le chiavi della cintura di castità! Torna Marialalla che ti…”
Un uomo dotato di cuffie, non inquadrato, sbraccia forsennatamente alla conduttrice che capisce che è pronta una telefonata che potrebbe aiutare la famiglia e la trasmissione, aumentandone l’indice d’ascolto.
“Signora scusi se la interrompo, forse abbiamo al telefono un testimone: Salve e benvenuto a Scomparsi, ci dica il suo nome”
Nello studio tuona una voce dotata di Italiano imparato distrattamente al mercato del pesce:”Buonasero mi chiamo Faucio e ho intrevisto la ragazza oggi proprio”
“E’ sicuro che sia lei?, ha visto bene la foto?”
“Eccerto!, ci ho ancora buona la vista. Era fuori dalla stazione di Montepucciato e stava assieme a un marocchino di colore.”
“Cosa faceva alla Stazione?”
“Sono andato perché li appresso c’è un bar che ci ha le slot machine fortunate, ci vince sempre mio cognato, quello tiene un culo tanto!”
“No, mi scusi, non intendevo cosa ci faceva lei Signor Faucio, cosa faceva la ragazza”
“Ah e chennesò, l’ho vista che rideva con il nero, sembrava che si scambiavano delle battute ridenti”
“Come era vestita? Aveva una valigia o qualcosa?”
“Ci aveva addosso un abito che usano ora i ggiovani, quelli strani con sopra scritto “figlio di mignotta” in spagnolo e un berrettino con la scritta straniera che diceva:”Obeso”.
“Capisco, capisco. La ragazza si è diretta da qualche parta o è rimasta li tutto il giorno?”
“Chennesaccio, io sono andato al bar e mi son messo a giocare, pensa che ho vinto pure cinque euri”
“La ringrazio della sua testimonianza, signor Faucio” La telefonata viene interrotta senza sentire la risposta dell’uomo, sullo schermo tornano i genitori che sembrano ulteriormente scossi.
“Credo quell’uomo si sbagli, mia figlia non ha amici di colore, anzi non ha proprio amici, visto che non la lasciamo mai uscire di casa” – aggiunge la madre.
“E’ una testimonianza che potrebbe essere attendibile è stata vista a pochi chilometri da casa sua. Signora la speranza è l’ultima a morire, magari abbiamo fortuna di trovarla in in diretta. sarebbe una bella notizia, specialmente per i nostri sponsor”
“E’ impossibile!” – sbotta il Padre alzandosi dal divano:”Marialalla non aveva neanche il ragazzo, specialmente di colore diverso! Il testimone si è sicuramente sbagliato, noi siamo una famiglia…”
L’uomo dietro le quinte sbraccia alla conduttrice con maggiore energia, sembra quasi che vuole prendere il volo e la donna capisce che sta arrivando un colpo di scena imprevisto.
“Mi scusi se la interrompo Signor Guardamanzo, abbiamo una telefonata. Chi ha chiamato?”
Una voce femminile, stridula tanto da incrinare il segnale del digitale terrestre, irrompe nello studio:”Ciao sono Marialalla”
La conduttrice cerca di trattenersi dall’entusiasmo però il labbro la tradisce e un lieve sorriso compare non appena intravede l’indicatore dell’Auditel schizzare oltre il monitor. Qualche milione di spettatore si è spostato su :”Scomparsi” richiamato dal gossip e preferendolo al poliziesco:”L’ispettore Coriandolo”.
“Marialalla dove sei? perché sei scappata di casa?” Domanda la donna con la cartella che non apre mai.
“EH? cosa? ah! Non posso dirvi dove sono, perché sennò mi trovate”
“Marialalla, dicci almeno perché sei scappata di casa…”
“Ho trovato l’amore!”
Irrompe improvvisamente la madre:”Che amore hai trovato? A noi non ci vuoi più bene? Torna che ho imparato a fare le fettuccine al marzapane!”
“Si amo Mohareth e stiamo scappando assieme!” – aggiunge la figlia decisa: “E poi lui è fabbro e mi ha liberato di quella fastidiosa cintura, quindi lasciateci stare!”
“Figlia se non torni io, io, io…ti levo il saluto!”
Marialalla controbatte:”Ormai sono scappata mamma!”
La madre insiste:”Non fare cosi tesoro, sennò cosa dice il Signore?”
“Dica cosa vuole, io ho deciso!”
“Marì torna!”
“No!”
“Torna Marì, non fatelo ripetere!”
“No!”
“Marì pensa al tuo bisnonno, buonanima!”
“No!”
“Marì ripensaci!”
“NO!”
Nel frattempo l’uomo con le cuffie fa cenno che serve un aiuto per movimentare quel dialogo noioso, stringendo le dita come se volesse provare la durezza di due meloni.
“Marialalla” – interviene la conduttrice -“Lo sai che stai facendo un torto ai tuoi, sei minorenne e non puoi permetterti di comportanti in questa maniera. E’ meglio per tutti se tu…”
“Faccio un po come cazzo mi pare VA BENE?. Ho trovato l’amore della mia vita e non potete portarmelo via!” La voce della ragazza raggiunge acuti mai ascoltati prima da orecchio umano.
“Marialalla ti prego di avere un linguaggio decoroso, siamo in diretta”
“NON ME NE FREGA UN CAZZO DELLA DIRETTA, LASCIATEMI PERDERE!”
L’indicatore dell’Auditel raggiunge il picco e esplode, un fumo denso proviene dall’elaboratore dedicato a fare i calcoli in tempo reale.
“Marialalla calmati, lasciami parlare un attimo…” – Esorta la conduttrice però è troppo tardi, il cadenzato suono della telefonata interrotta si propaga nello studio.
I genitori della scomparsa si stringono ancora più forte e iniziano a piangere:”E adesso cosa faremo senza nostra figlia? me lo dica lei signora! Cosa facciamo ora che si è portata via la bolletta del telefono?”
La conduttrice guarda quella coppia devastata dal dolore e tenta di confortarli annunciando l’arrivo della pubblicità.

san valentino 4g

La Festa dei Connessi.

san valentino 4g

14 febbraio; Festa degli Innamorati.
Persone che si vogliono bene, che amano duro, che si baciano felici dentro una cornice a forma di cuore.
Ogni anno gli operatori telefonici la festeggiano regalando ai propri clienti Internet, come se fosse una scatola enorme di cioccolatini, ovviamente a forma di cuore. Liberi di navigare nel giorno più romantico dell’anno e condividere con tutti il proprio amore verso la/il partner e comunicare con lei/lui con tutta la potenza del quattro G.
Ovviamente non è tutto rosa, fiori e cuoricini perché la maggior parte di questi regali, di qualsiasi operatore, nascondo sempre qualche limitazione, non evidenziata nel titolo ma presente nella pagina delle Domande Frequenti, quando va bene.
Nelle condizioni tipicamente è limitata la soglia dei dati, che varia da operatore a operatore e che viene spacciata come una fantastica occasione per godersi Internet tutto il giorno, senza restrizioni, quando in realtà i gigabyte disponibili sono veramente pochi nell’era di Internet 2.0 dove anche il Frigo è connesso e può condividere la propria temperature interna.

Per farvi un esempio, prendiamo un traffico ipotetico di due giga.

Sai quante cose riesci a fare con 2GB in un giorno?

– Ben poco se passi la giornata assieme al tuo partner, visto che è San Valentino.

– Puoi guardarti la metà del primo tempo di un film in Streaming, in alta definizione.

– Puoi guardarti su Netflix un film in qualità Gif Animata.

– Aprire una pagina di theVerge.com

– Visiti un social network dove i tuoi amici postano video idioti e tu premi meccanicamente il tasto play ogni filmato che incontri.

– Puoi fare streaming su Periscope per più di due ore. Dipende dall’argomento trattato.

-Giocare online con qualsiasi piattaforma e con qualsiasi gioco, dallo sparatutto “Colpici in testa il Noob”, dal Mmorpg:”Ammazzo ancora duecento Lupi Marroni Malaticci e poi smetto” al Moba:”Stai in centro che penso io al resto”. Poi parte un aggiornamento di due giga e per oggi hai finito di giocare.

– Puoi aprire Steam, comprare il nuovo Tomb Raider e non scaricarlo perché troppo grosso.

– Videochiamare su Skype la tua fidanzata o moglie che è lontana, tenendo la telecamera con un angolazione anomala per non inquadrare l’amante, ancora dormiente nel letto.

– Andare su Amazon e cercare un prodotto che desideri ardentemente di comprare. Lo trovi a un prezzo accettabile e guardi la recensione di un tizio che l’ha preso prima di te e ne è rimasto entusiasta. Quando fai per comprarlo si disconnette perché il filmato, anche se in finestra, era in qualità altissima e ti ha ciucciato tutti i giga.

– Girare il mondo su Google Street, stando attento a non girarti troppo.

– Guardarti Star Wars: A new Hope in Ascii.

– Non potrai mai sapere come finisce questo video:

– Scaricarti un allegato sospetto per scoprire in prima persona, come funziona il Cryptolocker.

Al raggiungimento dei 2GB riceverai un SMS di avviso e terminerà l’offerta. Potrai quindi smettere di perdere tempo online e uscire di casa, conoscere nuove persone, respirare aria nuova e goderti la vita che anch’essa è amore.
Camminando la fuori, alla ricerca di una Wifi aperta. 

risveglio forza

La forza si è Risvegliata?

risveglio forza

Una delle paure principali che assaliva l’internauta nel Dicembre passato, era quella di subito in uno spoiler del Risveglio della Forza, prima ancora di averlo visto. Anche senza Internet, spegnendo la Televisione e rannicchiandosi dentro una vasca di ghisa, era quasi impossibile non subire una anticipazione del seguito cinematografico più atteso del XX e XXI Secolo.
Tenendomi alla larga dai disprezzati spoiler, anche se ormai il peggio è già passato, sono qui per rispondere a quelle domande che qualsiasi fans di Guerre Stellari, me compreso, si è chiesto dopo aver visto il Trailer e aspettando quest’ultimo capitolo. Quesiti in parte risolti e in parte svelati in futuri capitoli che formeranno una bella e prosperosa Timeline di seguiti e Spin Of in progetto per il Cinema, che specialmente nel periodo Natalizio, non sembra conoscere la crisi.

Compare Luke Skywalker?
Luke è un personaggio chiave e lo testimonia il testo scorrevole introduttivo che precede la panoramica dello spazio, come la tradizione Starwarsiana vuole. Rispondendo positivamente alla domanda, comunque la storia si focalizza sui nuovi personaggi, come la giovane Rey; dal passato misterioso, con un futuro incerto e una mascella decisa.

E’ un film legato agli Episodi precedenti o può essere gustato senza prima averli visti?
Punta molto sul fattore nostalgia tanto che, molto spesso la parola “Fan-Service” compare più delle virgole nelle recensioni di riviste e appassionati. I personaggi storici non sono una semplice nota a fondo pagina, aggiungono un deciso contributo nel proseguimento della storia. E’ anche vero che degli episodi precedenti viene menzionato veramente poco, se non un passato che sa di legenda. La motivazione principale è che il Risveglio della Forza ha il corpo del Reboot e il volto famigliare. Un omaggio privo di quelle sperimentazioni che Lucas era solito farcire le sue opere.
E’ comunque un film che può essere gustato sia dai profani che confondono Star Wars con Star Trek, sia dai Fans con le camere da letto illuminate da Spade Laser.

Nell’esercito dell’Impero (divenuto Primo Ordine) non dovrebbero essere tutti Cloni?
Una domanda pertinente che esce naturale dopo aver visto quel secondo del Trailer di Rey che si sfila il casto da Stormtrooper. L’esercito dei Cloni (raccontato nell’Episodio 2) è solo una parte dell’esercito dell’Impero che ha continuato a reclutare soldati e ufficiali, specialmente dopo le numerose perdite di uomini nello scoppio di bel due “Morte Nere”.
I prerequisiti per entrare nelle file di Stormtrooper sono i seguenti:
Una cieca obbedienza verso l’Imperatore e il suo pupillo
Respirare poco, per resistere dentro il casco.
Possedere una mira di merda.

Star-wars-join-the-empire-recruitment-poster

I Jedi e i Sith esistono ancora?
Si e No.
Come si può intuire dal titolo, il Risveglio della Forza è un timido inizio per una nuova generazione di Jedi che nascerà in futuro. La volontà di concentrarsi principalmente a delineare i nuovi personaggi ha lasciato molto indietro il fattore esotico dei duelli a di spade laser, che sembrano una parentesi dovuta, comunque sempre una parentesi.
Sia i Jedi che i Sith in questo episodio si percepiscono più come leggende e la loro presenza è molto lontana, lontana.

Kylo Ren è carismatico come Dart Vader?
NO.
Prima di tutto è un personaggio con un background alle spalle molto diverso e non può competere con una new entry, come appunto Kylo Ren; la sua prima apparizione non mi ha per nulla entusiasmato, perché oltre ad avere un aspetto per niente malvagio, appare come una figura immatura che ha fatto carriera per pura fortuna, che per le sue competenze.
La sua maschera poi non potrà mai eguagliare quella che Anakin indossava per necessità e non per uno sfizio ancora sconosciuto, come Kylo Ren.
Non è escluso che negli episodi futuri; Kylo migliori agli occhi degli spettatori che sono rimasti delusi, come il sottoscritto.

Il Droide Palla è ridicolo, come può avere un ruolo fondamentale nel film?
Se nel Trailer si limita a rotolare e cinguettare, il Bizzarro BB Droid è uno dei personaggi più riusciti del film. Sarà la sua forma rotonda o i suoi movimenti goffi, quel piccolo droide sprizza tenerezza da ogni diodo e il suo contributo è importante come gli altri personaggi della saga.
Ne voglio uno simile che mi rotola in casa e mi porta fuori la spazzatura.

I nomi di Ian solo, Leila Organa e Dart Fener sono stati corretti in Italiano?
Si, finalmente.
Ian Solo ora è Han solo, Leila Organa è Leia Organa e Dart Fener ha preso come battesimo il più corretto Dart Vader
L’unica nota stonata è che la doppiatrice originale di Leia Organa, Ottavia Piccolo di trentadue anni più anziana, sembra aver perso molto smalto nella voce, risultando inadeguata e carente.
Peccato.

Si vedono dei nuovi pianeti e nuove creature?
No in verità, il pianeta nel Trailer si chiama Jakku e somiglia molto a Tatooine, più avanti e senza svelarvi troppo è presente anche un pianeta ghiacciato molto simile a Hoth. Molti alieni presenti nel film sono vecchie conoscenze rivedute e corrette; i nuovi arrivi non presentano caratteristiche particolari e non lasciano il segno. Comunque è anche vero che non è presente un nuovo Jar Jar Bink.
Come dicevo qualche riga più sopra, nulla di nuovo sotto le stelle.

E’ un seguito Degno?
La risposta ovviamente è soggettiva, non ne esiste una giusta per tutti. Obiettivamente parlando non l’ho percepito come un seguito, bensì come una sorta di episodio Zero. Una passata di cancellino sulla lavagna per spianare la strada a un nuovo inizio, con una volontà decisa della Disney di cambiare radicalmente le abitudini di Lucas, onorandone la tradizione. Che piaccia o meno Guerre Stellari è pronto per invadere il mondo cinematografico con maggiore arroganza di quanto George Lucas era in grado di fare.
Sarà meglio cambiare le pile alle vostre spade laser.

La forza si è Risvegliata?
Si, poi è scesa dal letto per andare in bagno e ha sbattuto l’alluce contro il lato oscuro del comodino.

chrome fichetto

Cool Chrome


chrome fichetto

Tra i guerrieri nella battaglia dei Browser, nel mio Pc <troneggia Chrome. Non esiste un motivo in particolare che mi porta a usarlo; a oggi lo ritengo veloce, dotato di una interfaccia essenziale, poco invasiva e sopratutto con migliaia di estensioni di ogni tipo, utili e inutili. Ovviamente è molto probabile che cambi idea nel prossimo futuro; nell’informatica non esiste nessun tipo di affetto, gli utenti sono alla continua ricerca di perfezione, velocità e performance, dimenticandosi dei  programmi obsoleti senza tante lacrime.
Generalmente le estensioni si installano per velocizzare un determinato lavoro, per migliorare le ricerche o la compilazione dei blog, visualizzare le immagini, eccetera. Io le uso per il puro e semplice cazzeggio di qualità.
Vediamo assieme quali stupendi gadget ho attaccato al mio stupendo browser, per renderlo ulteriormente stupendo.


 

apb
AdBlock e Adblock Plus.

Estensione quasi obbligatoria che ghigliottina senza pietà e senza sconti la maggior parte delle pubblicità invasive sulle pagine online. E’ chiaro che la pubblicità, spesso e volentieri, è l’unica fonte di guadagno di alcuni portali, però è anche vero che gli sponsor possono assaltare violentemente senza pietà, rallentando non di poco il peso delle pagine da caricare che, sulla mia connessione non molto agile, rallentano ulteriormente la navigazione.
La pubblicità è sempre stata l’anima del commercio però i “consigli per gli acquisti” ai giorni nostri sono uno spam invasivo che trasforma i siti in stanze pericolose, dove un click può fare scattare una trappola.
L’odiata e spietata estensione Adblock pulisce pagine dai volantini colorati, tendine animate, avvisi rumorosi, banner psichedelici che trasformano Internet in una Time Square digitale.
Questi sono alcuni imprevisti che vi possono capitare se navigate senza l’ausilio di Adblock:
10107483511010743141

1009439831


multilogin
Multilogin: New Identity

Utile per aprire una nuova scheda con una nuova identità, all’interno dello stesso browser. E’ possibile aprire molteplici istanze in Chrome e usare più account di Social network, Blog, Email, Forum, Shop. Specialmente per Facebook Multilogin trova il suo utilizzo più superfluo, gestendo l’accesso di più utenti da utilizzare per scambiarsi doni e pacchi di cianfrusaglie digitali nei “videogame” social, con facilità e senza disturbare gli amici che oramai hanno bloccato tutte le vostre richieste.
Utile anche per inscenare finti rapporti con account fake di bellissime donne, utilizzati dal medesimo utente, tanto da sembrare un playboy con il fascino inspiegabile e riempire la bacheca di conversazioni simili a questa:
Account principale:”Stasera sono libero”
Account fake secondario di gnocca:”Tra mezzora a casa mia?, facciamo sesso!”
Secondo account fake di gnocca:”No, vieni da me che facciamo sesso e dopo giochiamo a Tombola”
Terzo account fake di gnocca orientale:”Se vieni da me, oltre a fare sesso estremo, ho anche la Wii-U”
Quarto account fake di Top Model:”Ragazze perché litigare? venite da me che facciamo un orgia e poi giochiamo a Mario Kart”
Solo la vostra fantasia è il limite per la creazione di altre farlocche conversazioni che, nonostante la loro natura grottesca, risulteranno sicuramente più piacevoli e interessanti dei post pseudo-filosofici e video “che possono cambiare la vita” pubblicati degli amici veri.
Ah, può essere anche utile a fini lavorativi gestendo più account di Email dello stesso provider, con lo stesso browser; però è una funzione seria e utile che non ho mai considerato.


turn the ligh offTurn Off The Lights 

Ovviamente non è un estensione che serve a spegnere la luce del Garage che dimenticate sempre accesa. Questa piccola ma geniale applicazione sfuma in nero i contenuti della pagina mentre si guarda un video su Youtube o su altri portali similari. E’ possibile configurare alcuni parametri e attivarlo ogni qual volta premete il tasto play o regolare una sorta di salvaschermo per spegnere le pagine del browser, se non si utilizzano per un determinato periodo di tempo. Specialmente chi ha un secondo monitor come me, può risultare amichevole, per non dire friendly.
“E’ un estensione inutile! Se io guardo un video su youtube lo metto a schermo intero perché amo vedere i filmati enormi in fullaccadi!” – Obietterà la maggior parte degli utenti, che sono anche quelli che guardano Netflix sul divano con il Tablet da 7 pollici, assieme a Bruce Willis.  Quindi, questa obiezione non la prendo in considerazione.
Fermo restando che non tutti i video sono degni di essere sparati a tutto schermo, Turn of the lights con la sua timida idea accontenta quella fascia di utenti che guarda distrattamente sul secondo monitor dei video, mentre con il primo finge di lavorare.



ghostery-logo-250

Ghostery

Ghostery vede il web "invisibile" e rileva tracker, web bug, pixel e beacon presenti su pagine web e inseriti da Facebook, Google e da più di 500 altre reti pubblicitarie, fornitori di dati comportamentali ed editori web: tutte aziende interessate alle tue attività.

Basta la descrizione come incentivo per installarlo. Da quando lo uso Amazon ha smesso di chiedermi se desidero ancora comprare la bicicletta con le rotelle, perché nel 1987 ho visto nella vetrina di un negozio di biciclette “La Graziella”.


4chax

4Chan X

Conoscete il sito 4chan? No? Meglio cosi, potete saltare questa sezione.
Questa image board inglese usata da migliaia di utenti anonimi (i cosiddetti Anon o Btards), ospita un quantitativo mostruoso di contenuti, pubblicati dagli stessi Anon che spaziano su qualsiasi argomento; dalla musica, al cinema, cucina, arte, porno e roba molto più audace che farebbe ribrezzo a un terrorista sanguinario.
Dentro questa mole catalogata di immagini, gif e Webm di varia natura, esiste una piccola percentuale, molto minuscola, di trovare qualche perla geniale. Alcune inevitabilmente escono dalla board per comparire sui Social. Nascono in questo portale dei quartieri bassi, attraverso un brianstorming degli utenti, dialogando tra loro con un gergo poco comprensibile per il resto dell’umanità.
4Chan X facilita il “lavoro” dei “lurkatori” che sono quegli utenti a cui non interessa una mazza di cosa si scrivono gli Anon e sono cerca contenuti multimediali per poi condividerli con gli amici o salvarli nella cartella:”Cazzate”.
L’interfaccia è intuitiva e anche se il numero delle opzioni inizialmente può disorientare, in poco tempo è possibile configurarlo come più si aggrada e scivolare nella board come un skateboarder sopra una ringhiera, prima di sfracellarsi.


Capture

Freshstart – Gestore di Sessioni

Vi piace tenere aperte più schede, fregandovene del loro esoso costo in termini di memoria? Amate consultare gli stessi siti quotidianamente lasciando aperte le relative schede, senza chiuderle mai, perché ci siete molto affezionati e avete paura di perderli? Freshstart è quello che fa per voi. Pochi click e salvate la sessione aperta in quel momento, con tutte le schede aperte che volete, gli date un nome e potrete richiamare quella stessa sequenza di schede, quando volete. In questa maniera potrete cambiare in pochi secondi il tema dominante del vostro browser, da Full Social Network al paradiso della pornografia in streaming. L’unica pecca è che per ora non memorizza le schede bloccate e bisogna, ogni volta che si caricano, bloccarle nuovamente.
Però è un giusto prezzo da pagare se si ha paura di perdere la famiglia di pagine che ci aiutano, nel quotidiano, a combattere la noia.